Salviamoci la pelle – La nuova rubrica a cura dell’associazione Melanomaday

Introduzione

Nel 2017 una terribile storia ha coinvolto me e la mia famiglia: mio papà è venuto a mancare a causa di un melanoma (tumore della pelle). Papà era conosciuto in città per il suo negozio Milan Abbigliamento, in pieno centro sul Corso. Da allora sono stato ossessionato da una domanda: come posso evitare che ciò che è accaduto a me accada ad altri? In questi pochi anni (che a me, senza papà sembrano lunghissimi) abbiamo realizzato veramente qualcosa di bello: l’associazione MelanomaDay con la quale abbiamo donato centinaia di visite dermatologiche gratuite (e sconfitto qualche melanoma!), borse di studio a giovani medici e fatto tantissime iniziative di divulgazione scientifica.

Proprio su questo vogliamo insistere. L’importanza della corretta divulgazione scientifica, perché le persone informate fanno prevenzione e riducono i loro rischi. Per questo da tempo sui profili Social della nostra associazione informiamo persone che ci seguono da tutta Italia sulla prevenzione del melanoma e, da oggi, grazie a CassinoNotizie, vogliamo arrivare capillarmente ai cittadini di Cassino, così inauguriamo la rubrica “salviamoci la pelle” nella quale ogni settimana insieme al Team Divulgazione dell’Associazione MelanomaDay, vi daremo consigli sulla prevenzione del melanoma, sui tumori cutanei ma non solo, anche sulla salute della pelle in generale. Per esempio oggi partiamo con un tema che a breve ci riguarderà da vicino:

Gianluca Pistore

Cosa succede alla pelle quando è freddo?

La cute al freddo si modifica per adattamento con una riduzione della temperatura cutanea, della sudorazione, della produzione di sebo, dei costituenti del film idrolipidico naturale di protezione, rendendo la cute più vulnerabile ai fattori ambientali.
Il clima rigido, come quello che riscontriamo ad elevate altitudini durante la stagione invernale, può determinare uno shock termico, che innesca la produzione di radicali liberi in gran quantità.

Inoltre, tanto più bassa è la temperatura, tanto più si manifestano arrossamenti e desquamazione (dermatiti). E può aumentare il diametro dei capillari del viso, portando, nel tempo, alla manifestazione della “couperose” che può precedere un’altra patologia: la “rosacea”. In città, l’effetto irritante dell’inquinamento atmosferico aumenta lo stato
infiammatorio della pelle. Ciò determina sia un’ulteriore perdita di acqua attraverso l’epidermide sia l’alterazione dell’equilibrio del “microbiota cutaneo”, la flora batterica che risiede sulla pelle e protegge dalle infezioni.


Quale tipo di pelle soffre di più il freddo e perché?


La pelle “chiara”, perchè:

  • più sottile, quindi ne risente maggiormente
  • più sensibile: i recettori della temperatura che si trovano nello più profondo della pelle, i “termorecettori”, se stimolati di continuo, rispondono in maniera “sproporzionata”, determinando un’alterazione delle loro funzioni.


Quali sono le creme per il viso più adatte per proteggersi dal freddo?


Creme con un alto potere idratante e lenitivo, con acidi grassi polinsaturi, omega 3 e 6 e acido ialuronico. Sostanze idratanti naturali, antiossidanti (es. acido ellagico) o sostanze, come la serotonina e la melatonina, per rigenerare il film idrolipidico cutaneo.

Come è meglio rimediare agli sbalzi di temperatura?

È possibile applicare creme ad azione vasoprotettrice e ad alto potere nutriente e riparatore e seguire un’alimentazione controllata che possa aiutare a mantenere il corretto equilibrio cutaneo ed il tono capillare. Ccon una riduzione di cibi che, liberando istamina, stimolano l’aumento di diametro dei capillari: (es. formaggi stagionati, le melanzane, i pomodori, le spezie e l’eccesso di alcol).

Natalia Camilla Di Vizio
Team Divulgazione Associazione MelanomaDay
Studentessa di Medicina e Chirurgia UCSC

Fonti:
https://www.sidemast.org/blog/freddo-i-consigli-del-dermatologo
https://www.humanitas-sanpiox.it/news/freddo-come-proteggere-la-pelle-dagli-sbalzi-di-temp
eratura-i-consigli-della-dott-ssa-brumana

I contatti dell’associazione Melanomaday

Su Instagram: @melanoma_day

Su Facebook: https://www.facebook.com/melanomaday

Gruppo Facebook MelanomaNews: https://www.facebook.com/groups/1596814870668659/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *