Teatro Manzoni, al via la stagione 2021/2022

Teatro – Dopo molti anni, torna a Cassino una vera e propria stagione teatrale!

Saranno 13 gli spettacoli in abbonamento al Cinema Teatro Manzoni, da dicembre 2021 ad aprile 2022, per la stagione nata dalla collaborazione tra il Comune di Cassino, ATCL Circuito multidisciplinare del Lazio, sostenuto da MIC – Ministero della Cultura e Regione Lazio e Radio Cassino Stereo. Tanti gli ingredienti che parteciperanno a questa programmazione: la commedia d’autore, la narrazione sociale, grandi classici con importanti interpreti della scena italiana, omaggi alla tradizione del nostro teatro, un duo che ha rivoluzionato la comicità televisiva e non solo.

Risultati eccellenti

«Presentare una stagione teatrale di questo livello, in una città come Cassino e dopo questi due anni così complessi dovuti alla pandemia è una vera gioia. Mi piace segnalare che quando si lavora bene nella collaborazione tra pubblico e privato i risultati diventano davvero eccellenti, come in questo caso. Siamo sicuri che tutti i nostri concittadini saranno felicissimi per questa programmazione» dichiara Enzo Salera, Sindaco di Cassino.

«Quando abbiamo presentato il progetto #RestartCassino, pensavamo proprio a momenti come questi. Dove la cultura si riappropriava dei propri spazi, e regalava al pubblico serate di altissimo profilo. Una stagione teatrale che torna dopo tanti anni. Grazie all’investimento e alla collaborazione tra Comune di Cassino, ATCL e Radiocassino Stereo, società che gestisce il Teatro, siamo contenti di presentare la più grande stagione teatrale tra i comuni del Lazio» dichiara Danilo Grossi, Assessore alla Cultura

Grandi interpreti

«Riprende la stagione teatrale a Cassino, al Cinema Teatro Manzoni con grandi interpreti della scena teatrale italiana, convinti con l’amministrazione comunale che possa essere stimolo e incentivo per ritrovare e ricostruire la socialità avvicinandosi a quell’atto collettivo che richiede il teatro. ATCL, Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio è il Circuito Multidisciplinare dello spettacolo dal vivo, che svolge da quarant’anni un’attività di sostegno e coordinamento delle attività di spettacolo e culturali a favore e di concerto con i Comuni soci» spiega ATCL.

Mete ambiziose

«La città di Cassino, finalmente, si è vista restituire un teatro rinnovato sia nella gestione che negli ambienti e questo è stato il primo obiettivo raggiunto da noi e anche dal Comune. Oggi, però, siamo qui per iniziare un nuovo percorso – dichiara il Direttore del Teatro Manzoni, Enzo Pagano –  verso mete ancor più ambiziose con la presentazione della stagione teatrale 2021/2022 del Teatro Manzoni. Un cartellone variegato, in grado di andare incontro ai gusti del pubblico, ma che prevede spettacoli di altissimo livello e con artisti di caratura nazionale. Senza dimenticare le importanti realtà locali che da anni promuovono la cultura e il teatro sul territorio.

Siamo orgogliosi di aver lavorato giorno e notte, insieme all’assessore Grossi e all’ATCL ad una programmazione importante che attende soltanto un massiccio pubblico in sala. Con questi spettacoli sarà difficilissimo dire no al Teatro Manzoni a meno che non si abbia proprio l’interesse per questo genere di eventi».  

La magia del teatro

«Siamo contenti di essere qui per sostenere questo ambizioso progetto che il direttore Enzo Pagano ci ha presentato mesi orsono – spiega il vice direttore generale della Banca Popolare del Cassinate, Valter Pittiglio la Banca è da sempre vicina alla cultura in tutte le sue variegate forme e continuerà a farlo soprattutto se le idee del territorio saranno sempre ben organizzate e sviluppate come in questo caso».

La magia del teatro

«Per realizzare questa stagione teatrale siamo partiti ponendoci un obiettivo ambizioso: cercare di soddisfare, il più possibile, i gusti del pubblico. E per farlo  – dice Marco Pagano, direttore artistico di RadioCassinoStereo – abbiamo adottato lo stesso criterio che contraddistingue la direzione artistica della nostra emittente, ovvero ci siamo posti dalla parte “dell’ascoltatore/spettatore”: abbiamo ascoltato tante tante tante persone, amanti del teatro, che ci hanno fornito spunti fondamentali per la “costruzione” di questo cartellone.

Quello che ne è emerso è sostanzialmente l’essenza stessa del teatro: la sua natura polivalente e creativa. Commedia, Musical, Opera lirica, dramma, Cabaret, Monologo, tutti questi generi presenti in cartellone hanno un filo conduttore: quello di creare una sorta di danza in continua evoluzione tra attori e spettatori. Il teatro è magia, è emozione, è cultura: è una scatola di meraviglie che vogliamo finalmente riaprire e condividere con la città. Qualcuno ha detto che quando si è assorti nel seguire uno spettacolo teatrale è come assistere ad un’opera d’arte che vive e respira insieme a noi, proprio in quel momento. E’ giunto il momento di respirare insieme questa magica atmosfera che solo il Teatro è in grado di regalare».

Gli spettacoli, torna anche la lirica

ASCANIO CELESTINI ci guida il 2 dicembre ore 21 in un ipotetico MUSEO PASOLINI che, attraverso le testimonianze di uno storico, uno psicanalista, uno scrittore, un lettore, un criminologo, un testimone che l’ha conosciuto, si compone partendo dalle domande: qual è il pezzo forte del Museo Pasolini? Quale oggetto dobbiamo cercare?

LELLO ARENA il 18 dicembre ore 21 andrà in scena con PARENTI SERPENTI, conosciuto dal grande pubblico grazie al film cult di Mario Monicelli del 1992. Lo spettacolo racconta un Natale a casa degli anziani genitori che aspettano tutto l’anno per rivedere i figli ormai lontani. Uno spettacolo originale con un crescendo di situazioni esilaranti e spietate che riescono a far ridere e allo stesso tempo a far riflettere con profonda emozione e commozione.

CAVALLERIA RUSTICANA il 23 dicembre ore 21 sarà la volta della celebre opera lirica di Pietro Mascagni tratta dalla novella omonima di Giovanni Verga. Sul palcoscenico del Manzoni oltre 60 artisti tra attori e musicisti per portare in scena la storia vissuta nel piccolo paese siciliano tra amori intrecciati, tradimenti, sotterfugi e duelli all’ultimo sangue, che vedono protagonisti Turiddu, la fidanzata Santuzza, l’amante Lola e il marito di lei Alfio.

De Laurentiis

GAIA DE LAURENTIIS, in triangolo con GINO AURIUSO e RICCARDO BÀRBERA in S/COPPIA d-istruzioni per l’uso, da Tacito, Benni, Boccaccio, Twain, Guareschi… a cura di Riccardo Bàrbera, con le musiche di Marco Schiavoni, per la regia di Paolo Pasquini, sono i protagonisti di questa indagine divertita e insieme semiseria sulle origini e i destini (incerti?) della forma più misteriosa, potente, instabile e duratura di rapporto umano il 27 dicembre ore 21.

Disastri

CHE DISASTRO DI COMMEDIA Prendete una compagnia di giovani attori allo sbaraglio, una scenografia che non sta in piedi, un regista senza talento né esperienze, una prima attrice vittima di svenimenti, un modello che vuol far l’attore a tutti i costi, una direttrice di scena che si improvvisa attrice, e fategli recitare un giallo di serie B, con una trama sconnessa, battute indicibili ed un finale senza senso.

Aggiungete porte che non si aprono, scene che crollano, oggetti di scena che scompaiono e ricompaiono come e dove non dovrebbero e gli attori che come se nulla fosse continuano a dire eroicamente le loro battute. I disastri si accumulano in un crescendo senza controllo, e cosi il divertimento del pubblico. Tutto questo e molto di più è “che disastro di commedia”, grande successo londinese delle scorse stagioni, finalmente in scena anche al Teatro Manzoni di Cassino sabato 8 gennaio alle ore 21.

Lopez, Solenghi e Izzo

MASSIMO LOPEZ e TULLIO SOLENGHI tornano insieme sul palco dopo 15 anni come due vecchi amici che si ritrovano, in uno SHOW di cui sono interpreti ed autori, coadiuvati dalla Jazz Company del maestro Gabriele Comeglio, che esegue dal vivo la partitura musicale, 18 gennaio ore 21.

BIAGIO IZZO in TARTASSATI DALLE TASSE è Innocenzo Tarallo, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione: il classico “self made man”, si ritrova ora proprietario orgoglioso di un ristorante internazionale di sushi all’ultima moda. Tra mille peripezie e problemi, è costretto a risolvere il quesito che angustia la stragrande maggioranza di noi: come è possibile che due parole che da sole evocano così tanta bellezza: “Equità” e “Italia”, quando si uniscono si contraggono dolorosamente come chi è in preda alla più dolorosa delle coliche addominali. Martedì 15 febbraio alle ore 21.

Eduardo e Cooney

DITEGLI SEMPRE DI SÌ è uno dei primi testi scritti da Eduardo, un’opera vivace, colorata il cui protagonista è un pazzo metodico con la mania della perfezione. Sarà GIANFELICE IMPARATO ad interpretare il ruolo del protagonista Michele Murri; CAROLINA ROSI sarà sua sorella Teresa; a dirigere la compagnia sarà Roberto Andò, regista abituato a muoversi tra cinema e teatro, qui alla sua prima esperienza eduardiana, in scena il 25 febbraio ore 21.

ANTONIO CATANIA, GIANLUCA RAMAZZOTTI, PAOLA QUATTRINI e la partecipazione di PAOLA BARALE, con NINI SALERNO e Marco Cavallaro, Alessandro D’Ambrosi, Cristina Fondi, Sara Adami, Ilaria Canalini sono i protagonisti di SE DEVI DIRE UNA BUGIA DILLA GROSSA di Ray Cooney, versione italianaIaia Fiastri. Il nuovo allestimento di Luigi Russo è ispirato a quello originale firmato dalla ditta Garinei & Giovannini, con il famoso girevole che rappresenta di volta in volta la hall dell’albergo e le due camere da letto, dove si svolge la vicenda del Ministro del governo De Mitri, che vorrebbe intrattenere relazioni extraconiugali con un membro femminile dell’opposizione. In scena venerdì 4 marzo alle ore 21.

Buccirosso e Solfrizzi

CARLO BUCCIROSSO in LA ROTTAMAZIONE DI UN ITALIANO PERBENE è Alberto Pisapia, ristoratore di professione, gestisce un ristorante ormai sull’orlo del fallimento. Sposato con Valeria Vitiello, donna sanguigna dal carattere combattivo, è padre di due figli, Viola e Matteo: la prima anarchica e irascibile, l’altro riflessivo e pacato. Alberto combatte una disperata battaglia contro gli attacchi di Equitalia, che con inesorabile precisione lo colpisce nella quiete della propria abitazione, ormai ipotecata. Una vicenda attuale e scottante, ma tanto divertente, venerdì 18 marzo ore 21.

Forse tra le commedie più famose di Molière IL MALATO IMMAGINARIO il 25 marzo ore 21 vede in scena un esilarante EMILIO SOLFRIZZI con Rosario Coppolino, Lisa Galantini, Antonella Piccolo, Sergio Basile, Viviana Altieri, Cristiano Dessì, Pietro Casella, Cecilia D’amico, con la regia di Guglielmo Ferro che così racconta lo spettacolo: “La comicità di cui è intriso il capolavoro di Molière viene così esaltata dall’esplosione di vita che si fa tutt’intorno ad Argante e la sua continua fuga attraverso rimedi e cure di medici improbabili crea situazioni esilaranti”.

Il cartellone della Stagione Teatrale 2021/2021 del Teatro Manzoni

Mistero Buffo 50

BLOCCATI DALLA NEVE di Peter Quilter, regia di Enrico Maria Lamanna è una commedia brillante che ha come tema la convivenza tra persone diverse, sia per carattere, sia per il modo di concepire il mondo e la vita, in una situazione al limite, di estrema necessità. In scena ENZO IACCHETTIeVITTORIA BELVEDERE il 4 aprile ore 21.

MARIO PIROVANO in MISTERO BUFFO 50 di Dario Fo

Arriva al Teatro Manzoni l’esilarante testo che Dario Fo ha portato sui palcoscenici di tutta Italia per tanti anni insieme a Mario Pirovano, il quale è letteralmente rimasto folgorato dalla visione di MISTERO BUFFO  nel 1983 a Londra e totalmente affascinato da colui il quale sarebbe poi diventato il suo grande maestro.

MARIO PIROVANO per 25 anni ha lavorato al fianco di Dario Fo divenendone allievo prediletto e fedele prosecutore in Italia a nel Mondo del suo modello, tanto che da molti viene riconosciuto come il suo unico “erede” artistico. In scena mercoledì 27 aprile alle ore 21.

Info e abbonamenti

ABBONAMENTO SILVER – 8 spettacoli

Poltronissima euro 180,00

Poltrona plus euro 150,00

Poltrona euro 110,00  

ABBONAMENTO GOLD – 13 spettacoli

Poltronissima euro 280,00

Poltrona plus euro 240,00

Poltrona euro 170,00

Cinema Teatro Manzoni

Botteghino 0776 864914 – cinemateatromanzonicassino@gmail.com

www.teatromanzonicassino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *