Che fine ha fatto il finanziamento per il concentramento di Caira?

Cassino vive una stagione di grande progettualità destinata alasciare un segno sul futuro della nostra città. La riapertura del Teatro Manzoni, la ripartenza dell’Historiale, la prossima inaugurazione della nuova biblioteca comunale, l’idea di realizzare un centro studi per la Seconda Guerra Mondiale all’ex Onmi, la presentazione dei disegni della nuova Piazza Labriola. Sono alcuni dei progetti che aprono e apriranno Cassino all’accoglienza di nuovi visitatori. In questa finestra così favorevole al rilancio della città, è fondamentale inserire tra i tanti progetti anche quello del Museo della Linea Gustav al Concentramento di Caira.

Il museo nel programma elettorale

Il museo, inserito nel programma elettorale del sindaco Salera, rappresenterebbe il fiore all’occhiello dell’amministrazione in vista della ricorrenza dell’80° anniversario della distruzione di Cassino e Montecassino.

Un progetto sostenibile. La Regione Lazio, titolare dell’area, era infatti pronta ad investirvi 6 dei 19 milioni destinati al recupero di beni culturali nel Lazio. Ad annunciarlo, nel gennaio del 2018, fu il presidente Nicola Zingaretti in visita nella struttura. L’allestimento del museo coinvolgerebbe le ambasciate di tutti i Paesi che combatterono sul fronte di Cassino durante il conflitto.

Un incontro

Purtroppo, di quel finanziamento che appariva come una svolta per il destino del Concentramento di Caira non si è saputo più nulla. 

Vista la sensibilità e l’attenzione mostrata da questa amministrazione al futuro culturale e turistico della città, il Comitato per il Museo della Linea Gustav, costituito nel 2013, chiede un incontro con il sindaco di Cassino Enzo Salera, con il Presidente del Consiglio comunale Barbara Di Rollo e con gli assessori alla cultura e al turismo, Danilo Grossi e Maria Concetta Tamburrini. Un incontro per verificare la situazione e per sensibilizzare l’attuale amministrazione che, al tempo dell’annuncio di Zingaretti, non era ancora in carica.

Comitato per il Museo della Linea Gustav

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *