Cassino Città per la Pace, il 25 marzo presentazione del libro “A riveder le stelle”

L’Associazione Cassino Città per la Pace presenta all’interno della propria rassegna di eventi online, il libro di Aldo Cazzullo “A RIVEDER LE STELLE – Dante il poeta che inventò l’Italia”, (Mondadori, 2020, pag. 288).
L’appuntamento condotto da Marino Fardelli, durante il quale l’autore sarà intervistato dalla prof.sssa Maria Luisa Calabrese, docente di Lettere dell’IIS “Medaglia d’Oro Città di Cassino” – è per giovedì 25 marzo 2021 alle ore 21.30 con il webinar on line sui canali Facebook e Youtube dell’Associazione Cassino Città per la Pace.

Il poeta che inventò l’Italia


Dante è il poeta che inventò l’Italia. Non ci ha dato soltanto una lingua; ci ha dato soprattutto un’idea di noi stessi e del nostro Paese: il «bel Paese» dove si dice «sì». Una terra unita dalla cultura e dalla bellezza, destinata a un ruolo universale. Perché raccoglie l’eredità dell’Impero romano e del mondo classico; ed è la culla della cristianità e dell’umanesimo. L’Italia non nasce da una guerra o dalla diplomazia; nasce dai versi di Dante. «L’Italia – scrive Cazzulloha questo di straordinario, rispetto alle altre nazioni. Non è nata dalla politica o dalla guerra. È nata dalla cultura e dalla bellezza. È nata da Dante e dai grandi scrittori venuti dopo di lui». Aldo Cazzullo ha scritto il romanzo della Divina Commedia. Ha ricostruito parola per parola il viaggio di Dante nell’Inferno. Gli incontri più noti, da Ulisse al conte Ugolino. Nello stesso tempo, Cazzullo descrive il lago di Garda, Scilla e Cariddi, le terre perdute dell’Istria e della Dalmazia, l’Arsenale di Venezia, le acque di Mantova, la «fortunata terra di Puglia», la bellezza e gli scandali di Roma, Genova, Firenze e delle altre città toscane.

Consapevoli di chi siamo

Dante è severo con i compatrioti. Denuncia i politici corrotti, i Papi simoniaci, i banchieri ladri, gli usurai, e tutti coloro che antepongono l’interesse privato a quello pubblico. Ma nello stesso tempo esalta la nostra umanità e la nostra capacità di resistere e rinascere dopo le sventure, le guerre, le epidemie. Sino «a riveder le stelle», come se volesse idealmente coniugare le sorti dell’Italia con il rialzarsi di una terra quella del cassinate messa alla prova dopo il secondo conflitto mondiale. Un libro sul più grande poeta nella storia dell’umanità, a settecento anni dalla sua morte, e sulla nascita della nostra identità nazionale. Per essere consapevoli di chi siamo e di quanto valiamo.


«Con orgoglio presentiamo questo appuntamento che qualifica ulteriormente l’azione di conoscenza e divulgazione della nostra Associazione, – commentano Marino Fardelli e Nino RossiSiamo orgogliosi di ricevere la giusta attenzione cercando di fare cultura anche supportati dai nuovi strumenti che la tecnologia a seguito della pandemia in corso, ha reso a portata di tutti e facilmente raggiungibile. Vogliamo ringraziare il Dirigente Scolastico dell’IIS Medaglia d’Oro Città di Cassino il prof. Marcello Bianchi per averci supportato in questa iniziativa, il Comune di Cassino con l’Assessore alla Cultura Danilo Grossi e l’Avv. Angelo Argento di Cultura Italiae che hanno condiviso e patrocinato l’evento in programma. Quando la Scuola e l’Istituzione locale supportano tali iniziative rendono ogni evento ulteriormente qualificato».

Chi è Aldo Carzullo

ALDO CAZZULLO (Alba, 1966) è inviato ed editorialista del “Corriere della Sera”, su cui cura la rubrica delle Lettere. I suoi libri sull’Italia, pubblicati da Mondadori, hanno venduto più di un milione di copie. Appuntamento per giovedì 25 marzo 2021 alle ore 21.30 sulla pagina Facebook dell’Associazione Cassino Città per la Pace con l’ospite Aldo Cazzullo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.