Medici

Cassino, 10 milioni per il Santa Scolastica

Trentacinque milioni di euro per gli ospedali del basso Lazio. Saranno destinati all’edilizia sanitaria, dello Spaziani di Frosinone, del Santa Scolastica di Cassino e del Dono svizzero di Formia.
L’attribuzione dei fondi è stata resa possibile grazie a un emendamento all’ultima manovra finanziaria, presentato da Nicola Ottaviani, segretario della commissione bilancio della Camera dei Deputati.

La ripartizione dei fondi

Gli stanziamenti stabiliti dal decreto sono così ripartiti: 20 milioni andranno allo Spaziani10 saranno destinati al Santa Scolastica mentre ulteriori arriveranno al Dono svizzero. Inoltre non verranno erogati in un’unica soluzione ma entro quest’anno arriveranno i primi 5, poi 10 ogni anno nei tre anni a seguire: quindi nel 2024, nel 2025 e nel 2026. Per quanto riguarda i tre ospedali in questione, dove verranno realizzati nuovi corpi, esistono già alcuni rendering per l’ampliamento delle strutture. 

Cosa succederà al Santa Scolastica

Al Santa Scolastica con i fondi verrà realizzato un nuovo edificio di 2.500 metri quadri distribuiti su due livelli. Sarà collegato all’ospedale da un ponte pedonale sospeso: ospiterà reparti e ambulatori. È auspicabile, però, che il Dea di I livello cassinate sia oltremodo potenziato e valorizzato con nuovo personale medico e paramedico. Altrimenti sarà costruita l’ennesima cattedrale nel deserto.

Lascia un commento