corrente elettrica nucleare

Eurostat: Il 25% della corrente elettrica viene da nucleare EU

L’Eurostat, il dipartimento di statistica dell’Unione Europea, ha pubblicato un rapporto che afferma che è nucleare il 25% della corrente elettrica prodotta nel 2020 da 13 Stati Membri dell’Unione Europea. La più grande produzione è avvenuta in Francia, poi Germania, Spagna, e Svezia.

Molti altri sono i paesi che hanno impianti nucleari per la produzione di corrente elettrica e sono quelli colorati di arancione nell’immagine di seguito riportata:

corrente elettrica nucleare prodotta in Europa nel 2020
14 Stati Membri non hanno impianti nucleari di produzione elettrica.

Il nucleare in Italia

In nel nostro paese, a pochi chilometri da Cassino, è in via di dismissione la Centrale del Garigliano. Dal 1963 fino al 1978 (anno di fermo per manutenzione) e la corrente elettrica prodotta è stata di 12,5 miliardi di kWh di energia elettrica. Solo dopo il terremoto dell’Irpinia del 1982 è stata definitivamente disattivata e si sta provvedendo in questi anni a dismetterla.

Ad ottobre del 2021 invece, abbiamo assistito inermi all’aumento di circa il 40% della bolletta per le utenze di luce e gas. L’aumento ha avuto gravi ripercussioni sulle tasche delle famiglie e su quelle delle imprese. Queste ultime si sono viste costrette ad aumentare i prezzi dei prodotti al dettaglio visto l’aumento dei costi di produzione. Ecco spiegati gli aumenti dei prezzi al consumo.

Considerando che, sull’onda di negativismo del terremoto dell’Irpinia prima e il disastro di Černobyl’ del 1986, l’opinione pubblica era terrorizzata dal nucleare al punto da votare il referendum abrogativo dell’8 e del 9 novembre 1987, oggi si potrebbe paradossalmente volere il bando dal pianeta terra di tutti i laboratori di ricerca scientifica sui virus.

Col senno di poi, ha avuto senso togliere le centrali nucleari in Italia ed averle in paesi confinanti come Francia e Slovenia, oppure in paesi che distano pochi chilometri come la Germania, la Repubblica Ceca, l’Ungheria, la Romania e la Bulgaria?

Avrebbe senso ripristinare la produzione di energia elettrica attraverso fonti nucleari in Italia?

Esprimete la vostra anonima opinione scegliendo “Sì” se sei a favore del nucleare oppure “No” se sei contro.

Lascia un commento