Pallavolo, Assitec “incerottata” ma decisa a vendere cara la pelle

Pallavolo – Dopo la “serataccia” di Ravenna in cui L’Assitec Volleyball ha ceduto 3-0 all’Olimpia Teodora, complice anche l’infortunio del capitano Silvia Lotti, la squadra dovrà affrontare un’altra difficile trasferta, questa volta in Sardegna contro l’ottima Hermeae Volley.

La squadra di coach Emiliano Giandomenico si è allenata domenica e lunedì ed è partita alla volta di Olbia nel pomeriggio di oggi. Dove domani scenderà in campo a partire dalle 20,30 nella Palestra Golfo degli Aranci.

Gara dura

Si prospetta dunque una gara molto impegnativa per le “gazzelle” care alla presidente Silvia Parente che dovranno, quindi, fare i conti con alcune assenze e ritrovare anche la giusta determinazione per affrontare la compagine sarda che vorrà sicuramente riscattarsi dopo la sconfitta di domenica contro le leonesse della Banca Valsabbina Millenium Brescia. Al momento l’Assitec Volleyball occupa il nono posto della classifica del girone A del Campionato Nazionale di Pallavolo Femminile Serie A2. A una lunghezza dal Sassuolo che precede, appunto, Sant’Elia nella graduatoria e a due punti proprio da Olbia che occupa il settimo posto.

Le parole del Ds

«Abbiamo iniziato il campionato con il piglio giusto – ha dichiarato il direttore sportivo Angelo Palombo – soprattutto alla luce del fatto che in A2 ci sono squadre organizzatissime e che nella maggior parte dei casi hanno già militato in questa categoria. Non ci aspettavamo di dover far fronte a questa serie di infortuni: pur giocando una buona pallavolo, abbiamo bisogno di essere sempre al completo per essere competitivi. Contiamo al più presto di svuotare l’infermeria, di recuprare il capitano Silvia Lotti e Chiara Muzi, ma parallelamente ci stiamo muovendo anche per rinforzare l’organico. La trasferta di Olbia sarà difficile, come tutte le possibili partite che dovremmo affrontare senza due giocatrici importanti. Le atlete comunque hanno una buona esperienza e valide doti tecniche, quindi, siamo convinti che con il lavoro dell’allenatore, potremo comunque disputare una buona gara. Lo spirito sarà quello di lottare su ogni pallone e vendere cara la pelle».

Per leggere ulteriori notizie clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *