Strada di Pietra per Montecassino: la tecnologia al servizio della storia

Attraverso l’installazione di un impianto wi-fi tutti i visitatori de “La strada di Pietra per Montecassino” ideata dalla Fondazione Cassino Cultura, potranno connettersi al web e tramite l’installazione di apposite app, di dialogare con un server. Il quale consentirà di presentare di sfruttare le nuove tecnologie per ottenere notizie ed informazioni sui siti in cui si trova l’utente sotto forme completamente nuove.

La strada di pietra per Montecassino. L’impianto sarà costituito, in aggiunta all’infrastruttura di rete, da uno o più server dedicati. Con relativo software appositamente scritto . Lo stesso sarà in grado, a partire dalle coordinate di posizionamento dell’apparato dell’utente ed in base all’orientamento spaziale dell’apparato stesso, di fornire all’utente immagini che modificano e/o completano la realtà visualizzata dagli occhi. Trasportando l’utente attraverso il tempo.

Osservare con gli occhi del passato

«Attraverso questa azione – ha spiegato il vice presidente della Fondazione Cassino Cultura, Antonio Iaquaniellosarà possibile osservare un certo monumento prima della sua distruzione. Analogamente si potrà spiegare il paesaggio in diverse epoche storiche diverse. Infine si potrà guidare l’utente indicandogli di volta in volta dove recarsi per proseguire la sua visita. Per la realtà virtuale invece sarà necessario dotarsi di una apparecchiatura ulteriore come un visore 3D. L’utente potrà vedere filmati. Ed entrare nel vivo dell’azione di fatti accaduti nei vari siti nel corso dei secoli». La strada di Pietra per Montecassino sarà quindi anche un luogo per rivivere la storia di questa terra e le sue origini.

L’allarme per prevenire incedi

Inoltre il percorso de La strada di Pietra per Montecassino sarà dotato di un impianto rivelazione e allarme incendi.
Un sentito problema dovuto alla presenza di numerosi utenti in zone boscate e lontane dai centri abitati è quello degli incendi, spesso dovuti alla disattenzione degli utenti stessi e perciò aggravato dalla presenza di numerosi visitatori.

«Sfruttando ancora una volta la presenza dell’infrastruttura di rete – ha detto ancora Iaquaniellosi potrà creare lungo tutto il percorso una rete di sensori. In dipendenza dalla tipologia delle aree verdi attraversate i sensori potranno essere di tipo differente . Fumo, calore e temperatura, fiamma, foto ottici eccetera.
Scopo di questo impianto è segnalare tempestivamente ogni principio d’incendio. In modo che il personale addetto possa intervenire tempestivamente evitando l’insorgere di danni in tutta l’area de La strada di Pietra per Montecassino».

Leggi anche La strada di Pietra per Montecassino: si parte con la prenotazione delle basole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *