La Lega verso l’ufficializzazione del coordinamento cittadino

Nei giorni scorsi il nuovo coordinatore cittadino della Lega Alessio Ranaldi e la responsabile organizzativo del Carroccio, Imma Altrui si sono incontrati per discutere de futuro del partito nella città martire. «Annunceremo a breve il coordinamento della Lega di Cassino», ha detto l’Altrui.

50% donne

«Come responsabile dell’organizzazione del partito, – ha detto ancora – struttureremo e organizzeremo il direttivo cittadino secondo questa linea. Sarà composto da un massimo di quindici persone, di cui il 50% saranno donne. Tra i componenti verranno nominati un presidente e due vicecoordinatori (un uomo e una donna). Ne faranno parte anche gli amministratori locali della Lega. Il 60% del direttivo sarà under 40. L’obiettivo è quello di aprirsi alla società civile, al mondo delle professioni e soprattutto ai giovani, nel segno del rinnovamento, dando nuova linfa vitale al partito. Ben vengano poi tutti coloro che hanno intenzione di lavorare e mettersi a disposizione della collettività.

Idee e proposte costruttive

Secondo Imma Altrui verranno assegnate delle deleghe specifiche, riguardanti settori nevralgici quali commercio, cultura, politiche sociali e giovanili, lavori pubblici, sanità, sport, turismo e ambiente. Poche deleghe ma fondamentali. «Lo scopo è quello di evitare tanti incarichi, – ha spiegato il responsabile organizzativo – che finirebbero solo per annullare la distinzione e il prestigio derivante dagli stessi. È necessario circoscrivere il campo di azione di ogni delegato agli ambiti di competenza di ciascun assessorato della nostra città, al fine di vigilare sull’operato di questi, evidenziandone le criticità e perché no, portare all’attenzione del consiglio comunale, tramite gli amministratori locali del nostro partito, idee e proposte costruttive per il bene di tutti i cittadini».

Lo spirito unitario

Tanti dicono di porsi a favore del rinnovamento, inserendo giovani e donne ma poi all’atto pratico si tirano indietro per accontentare certe lobby. Non e’ il caso della Lega, secondo l’Altrui: «un partito che sotto la guida del nostro leader Matteo Salvini, è da sempre favorevole a una nuova politica istituzionale di parità, capace di accogliere nei fatti il principio fondamentale dell’inclusione e della necessità di ricorrervi nell’interesse dell’intera società»

«Per sconfiggere il centrosinistra a Cassino – ha concluso Imma Altrui e farci trovare pronti ai prossimi appuntamenti elettorali, non sono necessarie grandi azioni e/o politici di grande calibro. Basta solo formare un partito che sia animato da un forte spirito unitario e con una nuova generazione in campo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.