La denuncia arriva attraverso la pagina social dell’ex sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone che in un post racconta quanto accade in queste ore nel cimitero di San Bartolomeo dove a causa dei loculi realizzati in maniera errata due defunti sono stati lasciati all’aria aperta e con la bara coperta da un telo. Non solo.

In mancanza di servizi igienici i visitatori sono costretti al ‘fai da te’ sulle tombe.

“Il degrado in cui versa il cimitero di Cassino è tutto racchiuso in questo scatto. La mancanza di servizi igienici e la completa assenza di controllo portano a queste scene. Non solo. I familiari di due defunti questa mattina – scrive l’ex sindaco -, dopo aver acquistato e pagato quasi duemila euro per un loculo, sono stati costretti a chiedere l’intervento del marmista. Realizzati troppo stretti per le bare che sono rimaste incastrate. La dignità dei nostri defunti non può essere oltraggiata in questo modo. La degna sepoltura e l’attuazione delle più normali regole di civiltà dovrebbero essere il biglietto da visita di un’Amministrazione. Lasciare un defunto coperto da un telo di plastica è devastante e disumano”.
Source: Cassino – Cimitero indegno: tra bare lasciate all’aperto e urina sulle tombe